Gli inciampi del lavoro agile

Orgoglio nazionale: l’Italia è stato il primo Paese Europeo a disciplinare il “lavoro agile”, o “Smart Working”, e ha fatto da modello per le normative delle altre Nazioni e dell’Unione. La norma chiarisce lo scopo – “incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro” – l’esecuzione – “anche con forme di organizzazione per fasi, cicli ed obiettivi, senza precisi vincoli di orario o di luogo …

I robot non licenziano le persone. Le persone (sbagliate) licenziano le persone

Notizie che si sono lette negli ultimi mesi e che temo potremo leggere anche in futuro. Notizie come queste due in particolare: 1) un operaio disabile è stato licenziato dopo trent’anni di attività perché sostituito da un robot; 2) un’azienda del triveneto sta perdendo importanti commesse perché non trova operai specializzati in grado di far funzionare le modernissime macchine che ha acquistato. Due notizie agli antipodi: da un lato un …

Per favore, mi aiuti? Cap.2 – la paura del rifiuto

Nel precedente “capitolo” abbiamo parlato della nostra resistenza a chiedere aiuto per una serie di preconcetti e stereotipi che ci inducono a privilegiare l’indipendenza. Da facilitatrice (“coach operativa”, come mi ha definita un cliente) mi trovo  spesso a supportare imprenditori/trici e professionisti/e nella definizione del loro modello di business (che sia nuovo o “rimodellato”). Io non entro nei tecnicismi, mi concentro sui cambiamenti, interiori prima che esterni, che ciascun@ di …

Per favore, mi aiuti? Cap. 1

  Quanto volte pronunci questa frase in una settimana? Chiedere aiuto non ci piace. Non ci piace a causa di una serie di preconcetti come “Chiedere aiuto implica incompetenza e/o debolezza” “Nessuno ti dà niente per niente” E soprattutto “Chi fa da sé fa per tre”! Ti ci trovi? Analizziamo queste frasi a ritroso. “Chi fa da sé fa per tre” è un proverbio che sottintende che lavorare in squadra …

Se non mi guardi negli occhi non ti credo

Questa frase me la disse circa vent’anni fa un mio capo e grande mentore. Mi stava insegnando il marketing partendo da zero. Così, dopo tre mesi di formazione e affiancamento, mi affidò un compito da svolgere da sola con una scadenza di consegna. Quando arrivò il fatidico giorno ero tesa, preoccupata di dimostrargli che ero brava e che era valsa la pena di investire su di me. Così, quando iniziai …

Il Capo è morto

Lo ammetto, l’esordio è un po’ brutale ma effettivamente sembra che nelle aziende stia scomparendo la figura del “capo”. Che accadrà? Le aziende cadranno nell’anarchia? Tutto il management finirà licenziato o declassato? No, se si sarà in grado di cambiare e adeguarsi ad un trend ormai irreversibile. Il cambiamento consiste essenzialmente nel governare i processi invece delle persone. Ecco come (secondo me): obiettivi chiari, ben strutturati (sfidanti ma raggiungibili) e …

Leadership, passione e imperfezione

Per lavoro e per interesse personale mi trovo spesso a leggere articoli e studi sulla leadership manageriale e imprenditoriale, da cui emerge che un/a leader deve avere tutta una serie di caratteristiche e competenze hard e soft: dall’empatia, all’ascolto, all’intelligenza emotiva, alla capacità di guidare con l’esempio. Ho lavorato con e per molti/e manager, imprenditori e imprenditrici, alcuni/e con almeno parte delle caratteristiche che oggi sono considerate indispensabili. Anch’io sono …