Smettere di studiare

Giorni fa parlavo con una giovane che si dichiarava ansiosa di completare gli studi e iniziare a lavorare.
Le ho detto “se vorrai avere successo nel tuo lavoro, non dovrai mai smettere di studiare”
Inizialmente, mi ha guardata con un misto di incredulità e delusione; poi mi ha risposto di essere consapevole che si sarebbe dovuta tenere aggiornata.
“Ma io non mi riferisco solo a ciò che sai oggi. Penso a nuove cose che oggi ignori; che incontrerai nel tuo percorso e che potresti scoprire più adatte a te. Se tieni la mente aperta e la curiosità viva, potresti scoprire che ci sono attività che ti fanno battere più forte il cuore. Oppure potresti ideare modi nuovi di fare il tuo lavoro.”
L’idea di innovare e sperimentare le è piaciuta, come è tipico delle menti giovani (indipendentemente dall’età).
Credo che questo sia il vero senso della formazione: crescita continua e (ri)scoperta di sé.

“Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi diventiamo qualcosa di nuovo” (Leo Buscaglia)